19 giugno 2016

Disincanto


Lo vedi da te
come alla fine tutto si riduce a un giro di vuote parole.
Sono fini a se stesse, lo sappiamo bene,
come una magia che cela il trucco e non incanta.
Fumo negli occhi?
Meglio gioco di prestigio a buon mercato,
per pescare dal cilindro ritorni a non finire.
Come fossero conigli.
Ora viene facile chiamarlo illusionismo,
ma una volta evidenziava impegno per la causa comune.
Tu non trovi?
Inutile negarlo,
 nella serata giusta riusciva a strappare l'applauso al pubblico,
 attonito e rapito.

2 commenti:

  1. Eppure ieri mi è stato detto che con questo post non si capisce dove voglio andare a parare! :)

    RispondiElimina