Pagine

27 febbraio 2018

Benvenuta in città

A Roma non nevica mai, l'evento è talmente raro che quando si verifica sembra di vivere in una dimensione parallela. Sui nostri volti è possibile scorgere lo stupore per quanto sta accadendo, la soddisfazione per l'inattesa novità e naturalmente l'ansia. Tanta ansia. Si, perché ci chiediamo "se bastano due gocce d'acqua a mandare in tilt la città, cosa combineranno dieci fiocchi di neve?". Sempre la stessa storia, con il sole che dopo qualche ora ha già dissolto le nostre paure. Un vero peccato per me, considerando che ho una visione romantica dei paesaggi innevati e vorrei che rimanessero tali per lungo tempo. Sarò cinico, che vi devo dire, sbaglierò a non considerare i possibili risvolti negativi della neve in un grande centro urbano, ma la penso così.

2 commenti:

  1. Guarda, io vivo più a nord, ma anche qui la neve non è un fenomeno così scontato. In media nevica una volta all'anno, ma resta poco, e ci sono degli anni che non nevica. Anche qui, ovviamente ridimensionato alle dimensioni di piccoli paesi, non siamo attrezzati come nel vicino Alto Adige, dove nevica più spesso e i disagi sono minori perché sono attrezzati. Preferisco vederla in montagna, ma anche qui, vista la breve durata, ben venga. Faccio cose che non farei, come non andare a lavorare e leggermi un libro ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che io alle 6:30 ero già al lavoro. Roma immersa nel silenzio è bellissima, ma è durata poco.

      Elimina