Oggetto volante non identificato

Una volta vidi un oggetto volante che non seppi identificare. Accadde in una calda serata estiva di quasi quindici anni fa, mentre ero disteso su una panchina piazzata sotto un grande eucalipto, nel giardino di casa mia. Ricordo che parlavo al telefono con la mia ragazza di allora, la conversazione scorreva piacevole e intanto contemplavo le poche stelle che la città aveva da offrirmi. D'un tratto, nel mio campo visivo apparve qualcosa che attirò la mia attenzione, perché capii immediatamente che non si trattava di un aereo. Aspetta un attimo. Balzai in piedi. Pronto, pronto, mi senti? Che succede? Durò pochi istanti, credo una decina di secondi. L'oggetto volante aveva una forma molto simile a quella di un ferro di cavallo, con un'estremità leggermente più lunga dell'altra e la sua superficie era attraversata da quelli che mi parvero cerchi, non particolarmente luminosi. Difficile stabilire quanto fosse distante, ma certo lo vidi benissimo, non lavorai di fantasia, non immaginai nulla. Presi meccanicamente il telefono che avevo lasciato sulla panchina. Scusa tesoro, ho appena visto qualcosa di molto strano. Lei sembrò sorpresa, non poteva essere altrimenti, ma poi non mi prese per pazzo. Almeno credo. Non ho mai dimenticato quei momenti.

Nessun commento:

Posta un commento