6 dicembre 2018

La mia band preferita


Tempo fa ho visto qualche video relativo all'ultimo tour dei Jethro Tull, quello che celebrava il cinquantesimo anniversario della band. Che dire, penso di aver fatto bene a non partecipare alla festa. La voce del leader è andata già da alcuni decenni e mi è parsa ulteriormente peggiorata, mentre gli attuali componenti del gruppo fanno rimpiangere amaramente quelli dei bei tempi che furono. Comunque non voglio sembrare troppo duro, perché i Jethro Tull li ho amati e li amo profondamente. Se non ricordo male li ho visti dal vivo sedici volte, forse una in più e continuo ad ascoltarli con immutato entusiasmo ancora oggi. E allora, mentre l'anno dell'anniversario volge al termine li ricordo sul blog con qualche foto in ordine sparso. Amore eterno.


Il mio primo concerto in assoluto. Ero un ragazzino.


Il primo album dei Jethro Tull acquistato "in diretta".


Il mio secondo concerto dei Jethro Tull.


Un quotidiano che leggo sempre volentieri, anche se è stato pubblicato quarantasei anni fa.


Questo lo trovai in un negozio di dischi a Campo de' Fiori, nel 1982. Quel giorno pioveva, me lo ricordo bene.


Dal disco...


... alla maglietta.


Trilogia del Folk, capitolo 1.


Amo questa copertina.


In origine doveva essere il primo album solista di Ian Anderson.


La svolta elettronica in edizione picture disc.

2 commenti:

  1. Accidenti, sedici volte?
    Io di quel periodo ho sempre preferito i Genesis, ma confesso che da ragazzo ho amato anche i Jethro Tull

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amo anche i Genesis, molto. Con loro però mi sono fermato a tre concerti!

      Elimina